Riciclare un paio di jeans rotti

jeans rotti

Nella quotidianità di una mamma ci sono piccoli inconvenienti come i buchi nei pantaloni. E’ facile che questo accada quando i bambini sono ancora piccoli e giocano a gattonare, con la bicletta o a pallone in cortile. I buchi sulle ginocchia non sono facili da rammendare, ma se la taglia va ancora bene possiamo inventarci qualche idea creativa:

  • cucire della stoffa all’interno del pantalone di colore diverso ma della stessa consistenza, meglio se colorata;
  • mascherare il taglio trasformandolo in un personaggio: la bocca di un animale o di un pupazzo, cucendo attorno al ginocchio applicazioni di stoffa che completino la figura;
  • cucire applicazioni di jeans di un colore molto simile in ritagli rettangolari che coprano tutta la zona da metà coscia a metà polpaccio.

Se il taglio è troppo irregolare, si può sempre rimediare trasformando i jeans in un paio di pantaloni corti per l’estate.

Quando la taglia non va più bene o il pantalone è rovinanto anche in altre parti, possiamo solo recuperare la stoffa per creare altri oggetti. In rete è facile trovare tutorial per realizzare borse partendo dai jeans rotti. Ad esempio se si taglia il pantalone poco sotto il cavallo e si cuce tutta la parte inferiore avremo un grosso contenitore con le tasche laterali a cui basterà aggiungere delle maniglie (in legno, in cuoio o realizzate con un tessuto colorato) per avere una comoda borsa.

Pensando ai bambini possiamo recuperare il jeans per creare un astuccio, una piccola tracolla, un braccialetto, una cintura per gli attrezzi o inventare un pupazzo bello resistente.

 

Annunci